Incontri sul Design a Villa del Grumello

Como, 4 novembre 2009.

Sulle sponde del lago di Como, in una serata mite e limpida, la luna  illumina una pianta secolare che accoglie gli ospiti arrivati a Villa del Grumello per il primo di una serie di appuntamenti intitolati : “Incontri sul Design a Villa del Grumello”

La serata, organizzata dal Politecnico di Milano e UniverComo, in collaborazione con la Camera di Commercio di Como e Domus Accademy, propone l’esperienza di collaborazione tra l’imprenditore Enrico Loccioni (Gruppo Loccioni) e l’Ing. Aerospaziale, Isao Hosoe (Isao Hosoe Design).

Il titolo della serata “Dall’elettromeccanica all’alta tecnologia nelle imprese, con la passione per il territorio” ha ispirato i relatori sul ruolo del design nell’impresa.

Giacomo Castiglioni, presidente di UniverComo, inaugurando l’incontro, pone l’attenzione sul rapporto tra design e territorio, prendendo spunto e citando il lavoro di Adriano Olivetti.

Francesco Trabucco, professore del politecnico di Milano, ci parla  della figura professionale del designer e dell’importanza del design come cultura d’impresa.

Isao Hosoe, designer, propone una visione della cultura neomadica, dove gioco, performance, abduzione e sensorilità, sono gli ingredienti base della nostra cultura futura.

Dall’incontro con il Gruppo Loccioni è nata la Play Factory, l’impresa che pensa attraverso lo spazio e i momenti di gioco. In quanto il gioco è la chiave fondamentale per la conoscenza attiva, per le esperienze e per le scoperte innovative.

Enrico Loccioni, imprenditore, sottolinea l’importanza del design come processo, del lavoro al servizio della collettività e del rapporto con le tradizioni agricole e territoriali.

Lavorare col sorriso sono le due parole che al meglio ci proiettano nella realtà di un gruppo dove sono tutti collaboratori in quanto non esiste il rapporto tra padrone e operaio.

La serata si conclude con uno scambio di domande e battute sul rapporto tra scuola e lavoro e sul recupero delle tradizioni agricole e territoriali  per il futuro dell’impresa.

lorenzo de bartolomeis

I Commenti sono chiusi