Play Factory nell’ ADI Design Index 2011

Un’impresa di ingegneria specializzata nel campo della misura si affida al gioco  come strumento per portare il design all’interno della fabbrica.

Lo spazio del gioco diventa fondamentale per alimentare l’innovazione, comunicare i propri lavori e costruire un’immagine veritiera della realtà aziendale.

“L’uomo è completo solo quando gioca..” sono le parole di Johann Christoph Friedrich von Schiller che danno il via ad una serie di progetti che spaziano dal campo delle energie rinnovabili  a quello delle apparecchiature medicali, alla generazione delle idee (ideazione del gioco Play 40 edito da Corraini) alla comunicazione dei valori (installazione comportamentale “Pro-gettare”), dall’applicazione dei concetti di prossemica sulle postazioni di lavoro al design del software delle nuove interfacce d’uso.

Il design, attraverso il gioco, diventa un elemento tangibile in tutti i reparti e processi della vita dell’impresa. E si esplicita in quattro attività principali:

design per la formazione: l’ideazione del gioco di carte Play 40 ha permesso attività di brainstorming interne all’azienda, in patnership con clienti e fornitori, in collaborazione con scuole ed università e con reti imprenditoriali.

design per la ricerca: intesa come attività di ricerca ergonomica, prossemica ed estetica. Sviluppata attraverso visite sul campo, modelli, prototipi e studi comportamentali.

design del prodotto: l’attività principale di progettazione si è concentrata sul design dei banchi di lavoro, degli strumenti di misura, delle apparecchiature medicali, dei tools di lavoro e sull’integrazione nel territorio dei sistemi di generazione delle energie rinnovabili.

design della comunicazione: l’installazione comportamentale “pro-gettare”, presentata in occasione del salone del mobile 2008, e attualmente attiva presso la sede del gruppo Loccioni, attraverso l’interpretazione filosofica della parola progetto e l’utilizzo delle più sofisticate tecnologie di misura, ci invita al gioco con un’esperienza plurisensoriale.

attività culturali: il lavoro si completa attraverso una serie di incontri, workshop, conferenze, pubblicazioni  che sottolineano l’importanza del gioco per il processo di design all’interno dell’impresa.

Azienda: Gruppo Loccioni

Designer: Isao Hosoe con Lorenzo De Bartolomeis e Masaya Hashimoto

Anno: 2007 - 2011

http://www.adidesignindex.com/it/ricerca-per-l-impresa/play-factory

I Commenti sono chiusi