Articoli marcati con tag ‘Francesco Zurlo’

Gestire il processo di design

Giovedì, 7 Luglio 2016

L’edizione italiana del libro Design Management di Kathryn Best, curata dal professor Francesco Zurlo della Facoltà di Design del Politecnico di Milano per Zanichelli, è accompagnata da una serie di interviste e casi studio, tra cui Loccioni e la Play Factory. Il racconto di Zurlo, ci parla di come il design ha assunto un ruolo strategico all’interno della impresa Loccioni: dall’incontro con il designer Isao Hosoe e del suo collaboratore Lorenzo De Bartolomeis alla nascita della Play Factory; un case study che racconta come l’approccio creativo porti a soluzioni originali ed efficaci.

“Stimolata dall’incontro nel 2005 con Isao Hosoe, l’impresa decide di “trasformarsi” in una Play Factory: il gioco e le implicazioni, culturali e di processo, che vi sono correlate diventano elementi fondativi dell’organizzazione. Il designer italogiapponese porta il design thinking dentro l’impresa, attraverso il progetto di alcune attività per testare l’utilizzo di certi strumenti in varie fasi di progetto: dalla generazione di idee all’esperienza del cliente. “

Clicca sull’immagine per la versione integrale dell’articolo pubblicato su Zanichelli in formato pdf :

La play factory al corso Product Service System Design del Politecnico di Milano

Mercoledì, 18 Marzo 2015

Su invito del Prof. Francesco Zurlo la scorsa settimana ho avuto l’opportunità di presentare il progetto play factory al corso di Product Service System Design del Master of Science del Politecnico di Milano. 90 ragazzi, provenienti da diverse parti del mondo, hanno ripercorso con me il processo di design sviluppato in questi anni insieme a Isao Hosoe e grazie alla collaborazione con il Gruppo Loccioni. In particolare l’attenzione si è incentrata su come il tema del gioco possa guidare lo sviluppo e l’innovazione generando una nuova cultura del lavoro. Abbiamo approfondito i momenti di gioco, ricerca, formazione sviluppati con il Gruppo Loccioni e ci siamo soffermati su due progetti che, assieme alla play factory, sono stati selezionati tra le eccellenze del design italiano con il riconoscimento ADI Design Index: Design System e Agorà. Esempi di come il design all’interno dell’impresa possa essere un elemento chiave per individuare il processo di progettazione dei sistemi di automazione/controllo qualità e per ideare le caratteristiche di un servizio di comunicazione e gestione dei dati per una realtà ospedaliera. Ho riscontrato molto interesse sulla modalità d’uso delle carte play40 per lo sviluppo di nuovi progetti e come elemento trainante dello spirito play nel contesto lavorativo.

lorenzo de bartolomeis